Buongiorno Italia, Benvenuta cyber security culture!

 

GDPR e Sicurezza Informatica: come prendere due piccioni con una fava risparmiando!

Nel maggio di quest’anno è divenuto obbligatorio per le aziende operanti sul suolo della comunità europea adottare (in pochi casi adattare) sistemi di protezione dei dati sensibili dei propri clienti. 
 
Questo avvenimento è stato un po’ come una presa di coscienza generale sullo stato “fai da te” di moltissime infrastrutture soprattutto di taglio SoHo o nelle PMI. 
 
Si è giunti ad un livello di consapevolezza maggiore, soprattutto ispirato dalle sanzioni per gli inadempienti, del 
concetto di sicurezza informatica aziendale.
 

Continua a leggere

Proteggere la vostra azienda è più semplice ed economico di quanto voi pensiate.

Le fughe di notizie sono un problema sempre più concreto e dannoso per le aziende, da uno studio che abbiamo condotto nell’ultimo anno è emerso che la maggior parte delle PMI non ha protocolli di sicurezza delle informazioni e che le società di livello corporate applicano dei modelli di sicurezza costosi e dall’approccio eccessivamente aperto.
Nel primo semestre del 2018 i danni provocati dalla perdita, o dal furto, delle informazioni vitali delle aziende ammontano a circa 221 milioni di € con un incremento del dato rispetto all’intero anno precedente del 7%.

 

Continua a leggere

Nasce il Tomponzi Professional Network

La Tomponzi Investigations (fondata a Milano nel 1948 da Tom Ponzi) sta cercando partner tra le società che erogano servizi alle imprese.

L'obiettivo della partnership è mettere a disposizione dei partner una serie di servizi a valore aggiunto da erogare congiuntamente sul mercato.

 

Il Tomponzi Professional Network è aperta a tutte le aziende qualificate che vogliono integrare il proprio portafoglio servizi in una logica di partnership. 

#Stalking: non è sempre facile da appurare!

Lo stalking (dall’inglese to stalk, letteralmente “fare la posta”) è un reato penale che si configura nella categoria dei delitti contro la libertà morale. Inserito nel nostro ordinamento attraverso il d.l. n. 11/2009 e convertito dalla legge n. 38/2009, ha introdotto all’articolo 612-bis la fattispecie di reato di “atti persecutori”, il quale punisce chiunque che “ con condotte reiterate, minaccia o molesta taluno in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura ovvero da ingenerare un fondato timore per l'incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita”. Come si evince dal testo dell’articolo, il reato di stalking di compone di atteggiamenti che generano nella vittima tre conseguenze fondamentali: un perdurante stato di ansia o di paura, un timore fondato per l’incolumità propria o di un una persona vicina, ovvero la costringe ad alterare le proprie abitudini di vita. Si noterà la somiglianza con il reato di “violenza domestica”, da cui però differisce per il fatto che mentre in questo sono imputabili sono i componenti del nucleo familiare, nel reato di stalking qualunque persona lo è, senza presupporre per forza un qualche legame affettivo con la vittima.

Continua a leggere

Copyright© 2017 Tomponzi Investigations & Intelligence